Posso cantare se ho mal di gola?

06 Mar 2022

Arrivano i primi freddi e con essi arrivano anche i primi mal di gola, accompagnato da vari fastidi che conosciamo bene. Spesso mi chiedete: posso cantare se ho mal di gola? Il mal di gola causa dolore ed irritazione alle mucose della gola, che si accentua durante tosse e deglutizione.

Sono ancora moltissime le persone che sottovalutano le infiammazioni vocali, a tutte le età, a tutti i livelli. Del resto, siamo “abituati male”: raramente siamo al corrente di come curare e mantenere al top la nostra voce; il rischio di non essere in grado di riconoscere i segnali di una voce “malata” è purtroppo spesso in agguato.

Come Vocal Health First Aider, posso aiutarti a fare tue le basilari misure di prevenzione e igiene vocale (self-management).

Con il mal di gola non si canta.

Così come non ti metteresti mai a correre con una caviglia slogata, perché vorresti dunque cantare con il mal di gola? È consigliabile evitare di parlare prolungatamente, di urlare o bisbigliare, e più in generale di “fare sforzi” con la propria voce. Se proprio non ti è possibile mettere in pausa l’utilizzo della voce, cerca di parlare normalmente e a volume di conversazione, cercando di fare frequenti pause. Evita inoltre di schiarirti la gola (raclage): anche questo è un evento traumatico per le tue corde vocali.

Se sei un cantante professionista, quindi soggetto a vincoli lavorativi (quindi potrebbe succederti di dover cantare “per forza” anche se non stai bene), il consiglio è sempre di rivolgerti al tuo foniatra, così da stabilire insieme la corretta strategia per affrontare l’improrogabile.

Consulta il medico senza esitazione.

Il medico di base, o il tuo foniatra, o il tuo otorinolaringoiatra, sono i soli professionisti a cui chiedere consiglio se hai in atto un’infiammazione vocale: solo rivolgendoti a loro potrai ricevere la cura più adatta a te.

Mai assumere antibiotici senza prescrizione medica: il mal di gola potrebbe – tra l’altro – essere causato da un’infezione virale, di conseguenza prendere farmaci antibiotici risulterebbe inutile, inefficace e superflua.

Non mettere benzina sul fuoco.

Cerca di evitare i “rimedi della nonna”, spesso si rivelano controproducenti e rallentano la guarigione. Un piccolo trucco da ricordare però c’è: se la gola è infiammata, cerca di “rinfrescarla” con cibi o bevande fresche; la ripresa è più sopportabile in compagnia di un gelato.

Umidificazione e idratazione sono validi alleati.

Negli ambienti dove vivi e lavori, fai cambiare l’aria di frequente; utilizza un umidificatore in inverno e non esagerare con l’aria condizionata in estate. Inoltre assumi la necessaria quantità di acqua ogni giorno. Per alleviare la sensazione di secchezza, puoi utilizzare una garza imbevuta di acqua da mettere sotto le narici: le goccioline d’acqua defluiranno lungo le cavità portando sollievo.

Miele e caramelle? Potrebbero non aiutare.

Il miele ha una blanda azione lenitiva, ma più che altro è una coccola zuccherina, quindi bisogna fare attenzione a non eccedere. Anche l’assunzione di caramelle, soprattutto se contengono menta, andrebbe controllata. Questi alimenti, così come le bevande diuretiche (the, caffé, etc.) portano ad una maggiore disidratazione cordale. Attenzione anche ai cibi piccanti (pepe, peperoncino, etc.): evitiamo di irritare le mucose ancor di più.

Vuoi approfondire e/o iniziare un percorso di canto con me? Prenota il tuo colloquio informativo.


Condividi su:

Atelier Del Canto centro trinity rock and pop digital grades 70064 vocal-training - Atelier del Canto - Scuola di Canto Saronno e Bregnano
Contattami ora