Consigli di stile per il palcoscenico.

atelier del canto lezioni corsi online saronno bregnano bambini ragazzi adulti (49)
10 Giu 2015

Scegliere l’outfit giusto è parte integrante di un’esibizione e contribuisce all’immagine che un artista offre di sé al suo pubblico, grande o piccolo che sia. Oltre allo studio musicale, è importante dedicarsi anche alla scelta del look giusto che non solo ti valorizzi, ma anche dia un carattere distintivo alla tua esibizione. Aggiungendo – perché no – un guizzo di sorpresa! Il palcoscenico è come una lente di ingrandimento: non lasciare nulla al caso! Vestiti della bellezza della tua voce e valorizza il tuo corpo (che è il tuo strumento) come è giusto che sia.

La scelta più ovvia non è sempre la soluzione migliore.

La tentazione di utilizzare sul palco quel bell’abito “da cerimonia” che giace nell’armadio è forte. Ma sappi che sarebbe un errore. Anche prediligere un look da spiaggia (con le terribili infradito di gomma e gli shorts troppo short) solo perché ci fa stare più comodi può farci precipitare nel baratro della sciatteria, con ricadute anche sulla qualità della nostra performance.

Scegli il tuo look in base al brano che canterai.

Ogni genere musicale ha un suo stile ben definito e secondo me rispettandolo non si sbaglia mai. Prendi ispirazione dalle foto o dai video degli interpreti originali per capire come orientarti; poi declinalo sulla tua figura e sulla tua età, aggiungendo il tuo tocco di personalità. Il successo è assicurato.

Occhio alle scarpe!

Nota dolente – se scomode o troppo alte. Valido alleato se con un tacco giusto aiutano il tuo baricentro. Ricorda che la tua sicurezza sul palco si vede anche da come gestisci la presenza scenica: una volta scelte le scarpe, prova a cantarci dentro ogni volta che ti eserciti: se il tuo viso assume una smorfia di dolore, o se la tua camminata non è stabile, stai cert* che questo sarà visibile al pubblico.

Bianco, Nero o Colore?

Personalmente né tutto bianco, rischioso per le foto, né tutto nero, noioso e inflazionato. Via libera al colore – ben abbinato – che distingue, crea personalità e ravviva anche la performance più statica. Sul palco, tutto è più ingigantito: possiamo permetterci anche qualche colore sgargiante.

W le stampe!

Sì a quelle grandi, distinguibili anche da lontano. No a pois, fiorellini e piccole fantasie, non si vedranno da lontano e daranno un’aria opaca alla tua mise. Belle geometrie, tipo anni ’60, danno sempre grandi soddisfazioni.  

Sotto al vestito…

Che la lingerie sia assolutamente invisibile! Niente spalline che scendono o si intravedono. Niente top che devi continuamente sistemare. Niente canottiere bianche che spuntano sotto la camicia. E la gamba nuda va vestita con una calza a rete color carne, che ha il magico potere di uniformare l’incarnato. Se l’alone di sudore ti inquieta, ti suggerisco i pad ascellari discreta ed efficacissima.

Accessori grandi grandi.

Via libera a grossi bracciali e grosse collane. Belle anche alcune fasce nei capelli. Se non hai accessori “over”, puoi giocare con le sovrapposizioni. Molti braccialetti fini portati insieme danno lo stesso effetto di un maxi bracciale. Escluderei i charms per il loro effetto tintinnante. Orecchini: grandi sì, ma leggeri. Il peso eccessivo potrebbe farti attuare dei compensi posturali, pertanto la tua voce potrebbe risentirne sulla lunga durata. Cravatte: l’effetto “strangolamento” è da evitare. Meglio un cravattino pigramente sciolto, oppure un gilet. Cappelli: sì se ti caratterizzano, no se ti coprono il viso. Occhiali: per me – da vista – sono indispensabili, ma il riflesso delle lenti potrebbe giocare brutti scherzi. Sì a montature particolari, grandi, colorate.

Special Hair Style.

Il discorso capelli meriterebbe un articolo a parte, ma in definitiva acconcia la tua chioma in modo semplice, che ti permetta di sistemarli anche all’ultimo minuto e autonomamente. Liscio perfetto, chignon voluminoso, una bella treccia, una cascata di ricci afro, coda di cavallo: ottime idee facili da realizzare e di sicuro effetto. Tagli geometrici, barba e baffi rifiniti alla perfezione, rasatura senza ombre per gli uomini. Concessa la brillantina per un raffinato look retrò. Ordine e pulizia anche sul palco premiano sempre, così come lo stile personale.

Make up da vera diva.

Idratazione, idratazione, idratazione. Dona luminosità ed uniformità al tuo incarnato: il trucco sul palco dev’essere ben definito per essere visto anche da lontano e per poter sostenere la forza delle luci che avrai puntate addosso. Scegli di valorizzare o gli occhi o le labbra e armonizza la scelta colore con l’outfit. Una bella manicure risalterà nelle fotografie. Prenditi cura di ogni dettaglio, anche il più piccolo. Vuoi osare? È l’occasione giusta!


Condividi su:

vocal-training - Atelier del Canto - Scuola di Canto Saronno e Bregnano
Contattaci ora